Per gli amministratori di laboratorio e i responsabili dei data center, la necessità di connessioni desktop remote è molto frequente. Potrebbe essere necessario eseguire varie attività di sistema, eseguire controlli di sistema automatici, installare / disinstallare software, gestire le autorizzazioni per vari utenti e cosa no. Con una configurazione di grandi dimensioni, può diventare davvero noioso stabilire connessioni manuali a ciascun sistema utilizzando il client di connessione remota integrato di Windows. Quindi avere uno strumento per gestirli tutti diventa necessario.

Fortunatamente, Microsoft si è resa conto di questo problema e si è inventata Gestione connessione desktop remoto (RDCM). Fondamentalmente questo strumento è simile al client desktop remoto nativo, solo più flessibile e conveniente.

Consente di stabilire più connessioni remote contemporaneamente e di disconnettersi e riconnettersi con facilità. Inoltre, RDCM consente anche agli utenti di salvare le configurazioni delle connessioni remote come progetti, in modo da poter caricare facilmente un determinato set di connessioni con pochi clic.

L'utilizzo è abbastanza semplice, ma offre strumenti avanzati per utenti esperti. Aggiungere un nuovo computer è semplice come aggiungere un nuovo server dopo aver creato un nuovo gruppo. Una finestra di dialogo delle impostazioni avanzate consente di inserire le informazioni della macchina, con la buona possibilità che il software importi le informazioni sui sistemi principali per stabilire le connessioni.

Tutte le connessioni sotto un gruppo sono mostrate in un layout a schede. È possibile fare clic con il pulsante destro del mouse su un'icona di connessione per modificare alcuni parametri, tra cui connessione / disconnessione, espansione, sganciamento, visualizzazione a schermo intero, ecc.

Sotto il menu degli strumenti puoi trovare le impostazioni del programma, che ti consentono di controllare ulteriormente il comportamento di RDMC.

RDCM funziona correttamente con tutte le versioni di Windows sopra Windows Vista. Per gli utenti che eseguono Windows XP o Server 2003, è richiesto il software client Connessione desktop remoto 6 o versione successiva. Abbiamo testato RDCM sul sistema operativo Windows 7 a 32 bit.

Scarica Remote Desktop Connection Manager

Lavorato Per Voi: Robert Gaines & George Fleming | Vuoi Contattarci?

Commenti Sul Sito: